PROGETTO  TANZANIA  AGGIORNAMENTO  GIUGNO 2013
 
Gabriele il 3 luglio è rientrato in Tanzania. La situazione che ha trovato è positiva, l’orto durante la sua assenza è stato ben gestito  per quanto riguarda la  difesa sanitaria, le irrigazioni, le semine, i trapianti e tutte le varie pratiche  colturali.Ora sono destinati ad orto circa 10’000 mq.4.500 dei quali con irrigazione a goccia. Anche le altre attività sono state gestite correttamente. Dai primi contatti con gli agricoltori  pare che  la varietà di mais consigliata e fornita  agli agricoltori della zona si è confermata anche quest’ anno  la più produttiva.
Nell’ area hanno già raccolto il mais ed il girasole, sta per iniziare quella del cece. Tutti i raccolti sono inferiori alla media per l’andamento anomalo delle piogge, prima troppo scarse e poi eccessive.
Dopo alcuni mesi , la macchina che Gabriele  ha in uso  per gli spostamenti  è stata riparata, con la sostituzione della testata del motore.
 
Meteo: siamo al terzo mese di stagione secca.
 
Frutteti
Al termine la raccolta di Moringa, le piante non irrigate stanno per entrare in riposo vegetativo. L’olio estratto a maggio è stato analizzato a Firenze con risultati positivi.
Banani e frutto della passione  hanno abbondanti produzioni.
 
Si susseguiranno sfalci di gelso e leucaena per fornire nella stagione secca  l’integrazione di un alimento fresco agli animali, mentre l’opuntia (fico d’india) sarà lasciata a vegetare per avere una discreta quantità di calatidi per il futuro reimpianto laddove era stata pascolata “abusivamente” dalle vacche.
 Tanz-giu-2013-1
Orto
Dei 4500 mq. di terreno con impianto a goccia per il momento  viene irrigato solo il primo settore di 2000 metri quadri, coltivato a pomodori, okra, cetrioli e peperoni. Il secondo settore sarà avviato tra un mese circa per garantire la scalarità delle produzioni.
Vi sono adesso quasi 200 prode (mq 5000) irrigate per scorrimento e una superficie di 4500 mq con impianto a goccia.
 Tanz-giu-2013-2
Piccoli allevamenti
 
Polli:
E’ proseguita  la vendita dei galli e le galline sono ora circa una cinquantina. Per un guasto ad una incubatrice (che sembra riparabile con materiale reperibile in Tanzania) non vi sono state nascite di pulcini, ma tra poco si schiuderanno le uova della seconda incubatrice.
Conigli

La prima nidiata è pronta per la macellazione, sarà cercato un maschio per portare “sangue nuovo” .
Api
Ottima la qualità del miele, che al negozio dell’ospedale è andato a ruba, scarse le quantità probabilmente perché la raccolta è iniziata troppo presto, l’anno prossimo si agirà in maniera diversa.
 
Stalla
Sono stati acquistati 3 nuove mucche, che dovrebbero avere una buona attitudine alla produzione di latte, da un allevamento di Inglesi a Iringa, a Sud del Paese, a circa 500 Km da Itigi, Gabriele andrà a prenderle prossimamente con il camion dell’ospedale. Le quantità di fieno in stock sono  ottime, le più alte di sempre, grazie alla fienagione a Manyoni.
 Varie             
Tanz-giu-2013-3
A Manyoni la resa del girasole è stata bassa (circa ql 35 in totale) a causa dell’andamento irregolare delle piogge, ma con la sua vendita si copriranno comunque tutte le spese di produzione e di raccolta  sia  del girasole che del cece, di conseguenza il ricavato del raccolto del cece, sarà  tutto a beneficio dell’ospedale.
  
Richiesti dal direttore dell’ospedale i preventivi:
- per l’acquisto del nuovo trattore finanziato dall’Associazione Agata Smeralda,  che vi ha destinato 20.000 euro, consegnati  a Gabriele il 15 giugno nel corso di una celebrazione ufficiale nella Chiesa di S. Felicita al Ponte Vecchio.
-  di un erpice, un aratro a dischi e una seminatrice che acquisterà l’Ospedale, in modo da poter fornire un servizio completo agli agricoltori della zona.
 
Con le offerte del concerto di beneficenza organizzato dall’ Ambasciata italiana di Dar sarà ’acquisto  un nuovo letto da sala operatoria per l’Ospedale.
 

 

Il primo vino prodotto da Padre Henry  è stato analizzato a giugno nel laboratorio dell’Università a Firenze: è un vino  rosso secco gradevole, senza difetti, di 10,5 gradi alcolici.