Meteo

L’osservazione dell’andamento delle piogge nel mese di febbraio ha riconfermato il fatto che è il mese nel quale si verificano le maggiori interruzioni delle precipitazioni quindi le semine di mais devono essere effettuate il prima possibile perché il raccolto non sia compromesso ed è inoltre bene utilizzare varietà precoci. Gli agricoltori locali che avevano ritardato troppo la semina ed avevano utilizzato varietà locali hanno avuto il raccolto compromesso. Verso la fine del mese le piogge sono ritornate con buona intensità. Con la fine di Marzo o i primi di Aprile si dovrebbero poi concludere le piogge.

 

Agrumeto

Agrumeto vecchio: Nessuna novità particolare e le produzioni sono costanti. La potatura sarà effettuata nella stagione secca. Agrumeto nuovo: Le piante sono in buone condizioni. La potatura sarà effettuata nella stagione secca.

Jatropha

Sperimentale

I frutti sono maturi e in settimana ci sarà la prima raccolta. Le produzioni saranno conservate in attesa degli sviluppi che ci saranno sull’attività Jatropha.   Nel caso vi sia interesse a proseguire le attività, il primo passo sarebbe quello di far visita a delle missioni che utilizzano già olio di Jatropha come combustibile per generatori. Gli attacchi di parassiti (Scutellera nobilis) proseguono senza creare però danni significativi.

Pieno campo

Ridotta la presenza del fitofago, terminate le raccolta della Jatropha sperimentale inizieranno quelle in pieno campo.

Nel vivaio di Jatropha le piante hanno perso quasi totalmente le foglie durante l’interruzione delle piogge,

sembra che ne stiano ributtando di nuove a seguito delle ultime precipitazioni.

Dato che le piogge non dovrebbero proseguire per più di un mese e non dovrebbero essere intense, non sarebbero sufficienti a permettere la sopravvivenza delle piantine è quindi inutile trapiantarle adesso perché non sopravvivrebbero.

Tanz1

 

Orto e campi

Nell’ultimo periodo si è realizzato un buon incremento delle produzioni. Le attività di coltivazione e vendita procedono regolari. L’orto è in buone condizioni fitosanitarie, completamente sarchiato, le produzioni sono abbondanti e nuovi trapianti e semine sono stati effettuati negli scorsi giorni per garantire continuità nelle produzioni. È stata completata l’installazione dell’impianto di irrigazione e sono stati trapiantati cavoli e seminati fagioli, okra e cetrioli nella nuova superficie messa a coltura:

Tanz2

 

Campi sperimentali

 

Mais

Il mais è nella fase finale di maturazione, terminata la mandata di piogge inizieranno le misurazioni per verificare l’umidità della granella in ogni plot. Ogni varietà sarà raccolta a seguito delle misurazioni, solo quando l’umidità sarà scesa sotto il 13%. In questo modo avremo l’indicazione più sicura possibile sulla lunghezza completa del ciclo colturale di ogni varietà. È stato fatto un breve giro tra i coltivatori della zona. La varietà TAN 250 ha effettivamente dimostrato una notevole capacità di resistere ai periodi siccitosi e gli agricoltori sono soddisfatti

 

Miglio e Sorgo

Le piante sono in fase di allegazione

 

Parcella per annate siccitose

Le leguminose in consociazione hanno risentito dell’interruzione delle piogge, alcune sono disseccate, ma quelle sopravvissute, a seguito di queste piogge, hanno mostrato un buon sviluppo. Il mais in queste parcelle ha risentito dell’interruzione di piogge e darà produzioni abbastanza scarse, ma le piante di manioca, miglio, sorgo e cajano non hanno avuto problemi e daranno buone produzioni. Questo evidenzia in maniera esemplare ai coltivatori della zona l’importanza di differenziare le proprie colture per garantire una maggior sicurezza di ottenere dei buoni raccolti.

 

 

Frutteti

Nuovi frutteti Ultimato l’impianto di 10 Mango, 10 Avocado e 15 Agrumi presso l’Ospedale ed effettuato un trattamento preventivo al colletto contro le termiti. Completato, nella zona degli orti, l’impianto dei banani e sostituiti i mango che erano disseccati. Il frutteto adesso è completo con tutte le specie previste (83 banani, 30 mango, 10 avocadi, 40 frutti della passione, 120 viti e 22 piante di Moringa). È stato sarchiato tra i filari e si sta ultimando la realizzazione degli arginelli attorno alle piante per l’irrigazione.

 

Frutteti italiani

Nessuna novità di rilievo al momento si confermano non produttivi..

 

 

Laghetto

Prosegue la crescita dei pesci ed è stata ultimata la ripulitura delle piante acquatiche in eccesso che compromettono la pesca.

 

Coltivatori esterni

In quest’ultimo periodo non sono stati formati nuovi gruppi (siamo sempre rimasti ad 8) e gli incontri si sono ridotti. Nei periodi di maggior calma (dopo le raccolte del mais) saranno effettuate nuove visite, formati nuovi gruppi e stretti nuovi contatti in vista della prossima stagione delle piogge.

 

 

Stalla

Nessuna novità particolare, le produzioni proseguono elevate grazie ai pasti abbondanti con erba fresca; i dati vengono registrati e gli sfalci a mano si cono conclusi con ritorno delle piogge.

Il fienile è riempito per ¾ non ci saranno problemi al termine di queste nuove piogge a riempirlo completamente. Solo con una pressatrice, però, potrà essere stoccato tutto il fieno necessario per la stagione secca. La ditta Grillo ha inviato, a titolo gratuito, i ricambi necessari per rimettere in funzione la falciatrice. L’arrivo è previsto a marzo.

Il vecchio toro sta proseguendo a coprire le vacche. Quando sarà certo che un numero sufficiente di vacche sarà gravido riprenderemo le prove con il toro giovane.

Alimenti alternativi

Prosegue il buono sviluppo per Opuntia Gelso e Leucaena.

Per la Moringa (pianta dai molteplici usi compresa la produzione di olio alimentare) di origine indiana seminata una decina di giorni fa sta iniziando la fase di l’emergenza.

 

Miyuji

Durante il mese è iniziato il trasferimento del contributo pervenuto tramite l’Università della Facoltà di Agraria destinato alla cantina. Padre Henry sta proseguendo nella riorganizzazione della cantina. Nel mese di Marzo si darà il via ai lavori per il recupero del vigneto

 

Facoltà di Agraria

Il 24 febbraio si è laureato con il massimo dei voti e lode Andrea Castagna con una tesi sperimentale preparata sui campi di Itigi, per provare sistemi di lotta biologica su parassiti vegetali locali.