Progetto Tanzania

Progetto Tanzania aggiornamento giugno 2014

20 Rapporto attività 2 Giugno 2014

Meteo

Nessuna ulteriore pioggia nel mese di Maggio.

Le temperature sono in diminuzione, con minime che toccano i 14°C mentre le massime si mantengono sui 28°C.

In questo periodo le colture presso i terreni sabbiosi sono già state tutte raccolte, cosi come per il mais seminato nei terreni argillosi nei mesi di Gennaio - Inizio Febbraio. Il girasole, solitamente seminato nel mese di Febbraio – Inizio Marzo, è invece nelle fasi finali di maturazione, mentre il cece, seminato in Marzo – Inizio Aprile, nelle zone più depresse, si trova nella fase di fioritura.

Frutteti

Effettuato un trattamento presso l’agrumeto per mantenere sotto controllo la cocciniglia.

Si è ripreso con regolari irrigazioni su tutti i frutteti. Le produzioni dei dal 12 Maggio ad oggi sono:

Tanz-giu-2014-1

 

 

Leggermente scarse le produzioni di agrumi rispetto allo scorso mese in quanto è stato effettuato il trattamento.

Orto

La soia e il masi coltivato presso le zone dell’orto sono state destinate alla preparazione della miscela alimentare per i polli.

È stato avviato il nuovo sistema di registrazione contabile per l’orto.

Per ogni articolo abbiamo la quantità raccolta, il venduto, il fornito al motel e alla cucina dell’Ospedale, le rimanenze, gli scarti e l’incasso. Abbiamo iniziato a raccogliere i dati dalla metà del mese in modo da verificare eventuali problemi. Le raccolte sati sono andate molto bene: Di seguito la tabella di output relativa alle entrate del negozio (con dati a partire dal 12 Maggio)

 Tanz-giu-2014-2

 

E il relativo grafico riassuntivo delle entrate per ogni articolo

 Tanz-giu-2014-3

Il totale di incassi è stato di 871'300 Scellini (dal 12 del mese). Ed abbiamo fornito al motel e all’Ospedale frutta e verdura per 258'700 TSH. Per un totale di 1'130'000 Scellini.

Sommando le entrate tra il primo ed il 12 maggio e quelle dell’unica lavorazione con il trattore effettuata in questo periodo abbiamo un totale di  1.878.400 TSH

Il sistema sembra solido ed efficace, per cui da Giugno 2014 tutti i dati saranno gestiti in questo modo, il che ci consentirà di avere informazioni dettagliate e statistiche su tutte le attività agricole e zootecniche dell’Ospedale.

Nel prossimo mese avremo piena raccolta per pomodori e okra seminati nella zona irrigata a goccia, il che dovrebbe consentire un incremento delle entrate.

Tanz-giu-2014-4

Polli

Con la nuova gestione informatica vengono tenuti sotto controllo tutti i dati del pollaio.

I capi sono entrati da poco in produzione e stanno incrementando le deposizioni.

 Tanz-giu-2014-5

In totale sono state raccolte dal 5 luglio 644 uova.

Grazie al supporto di Agata Smeralda e della Famiglia Guicciardini, sono stati raccolti dei fondi per un nuovo progetto sul pollaio. Si realizzerà, presso l’Ospedale, nella zona del vecchio orto, un allevamento modello, razionale, di polli ruspanti, che si porrà come punto di riferimento per gli allevatori della zona.

Verranno resi disponibili vaccini e corsi di formazione e grazie all’acquisto di una nuova incubatrice si potrà proporre agli allevatori sia pulcini di razza selezionata, sia il servizio di schiusa delle uova. L’incubatrice che sarà acquistata a breve a Dar es Salaam avrà la possibilità di produrre circa 1000 pulcini ogni 3 settimane.

Sono appena iniziati i lavori per la costruzione dei ricoveri e delle recinzioni, cosi è come si presente l’attuale pollaio, nella seconda foto la zona dove verranno realizzati recinti e nuovi ricoveri.

     Tanz-giu-2014-6

A breve sarà acquistata la prima mandata di pulcini e una riserva di cibo sufficiente per i primi mesi. A pieno regime l’allevamento conterà circa 600 polli. Nel progetto sono previste macchine per la preparazione della miscela alimentare e la coltivazione di alcune aree per la produzione di mangime per i polli. Tutte le entrate derivate da questo allevamento andranno a autofinanziare l’Ospedale aiutandolo a continuare a fornire un servizio di qualità in questa remota zona della Tanzania.

Il commercio dei polli sarà effettuato in collaborazione con la popolazione locale in modo da creare un indotto e nuovi canali di mercato per tutta la zona. I beneficiari di questo progetto saranno perciò, oltre all’Ospedale che potrà ottenere un reddito da tale attività, le famiglie della zona che si dedicano all’allevamento dei polli.

Api

È stata effettuata la prima raccolta di miele su tre arnie. Sono state ispezionate 5 arnie, ma due non erano pronte per la raccolta.Tanz-giu-2014-7

 

Dalle 3 arnie abbiamo ottenuto 21,5 kg di miele si ottima qualità. Venduto al prezzo comune del miele nella zona (6'000 TSH al kg) è stato terminato tutto in un giorno con un introito di 117'000 TSH. La resa media di 7 kg di miele per arnia è da considerarsi buona per la tipologia di arnie presente (top bar).

Nel mese di Giugno proseguiremo con le operazioni di raccolta.

Se si dimostrano rese così importanti su tutte e 20 le arnie presenti potrebbe essere ipotizzabile un progetto per la promozione di tale attività, coinvolgendo gli apicoltori della zona, raccogliendone il miele, imbottigliandolo con un sistema razionale e proporlo da prima sul mercato nazionale, ma pensando ad un futuro di poter portare il miele africano prodotto da una cooperativa di apicoltori e imbottigliato presso il St Gaspar Hospital perfino in mercati esteri tramite i canali di commercio equo e solidale. È un’idea già ipotizzata con Tofani, ma che potrebbe riprendere interesse a seguito di questi buoni risultati ottenuti.

Coltivatori esterni

Stiamo monitorando costantemente le zone di cece seminate con la seminatrice donata da Agata Smeralda.

I risultati sembrano ottimi (foto a sx)

Stiamo ipotizzando con la direzione dell’Ospedale di utilizzare il trattore durante il periodo della raccolta per aiutare i coltivatori a trasportare i propri raccolti.

Stalla

Le produzioni sono in leggero calo, l’erba nelle zone di pascolo inizia a scarseggiare e questo si riflette negativamente sulle produzioni.

Il fieno continua ad essere il maggior fattore limitante riguardo la stalla. Senza una scorta adeguata di alimento per la stagione secca, nonostante l’aumento di produzioni ottenuto grazie alla razionalizzazione della gestione della stalla e al lavoro sul miglioramento genetico, non si possono mantenere produzioni di latte regolari nel corso dell’anno, soprattutto durante la stagione secca quando il bilancio della stalla è in netta perdita.

Tanz-giu-2014-8

Sono state sfalciate a mano delle zone incolte all’interno dell’Ospedale, ma il fieno ottenuto non sarà sufficiente a coprire i fabbisogni degli animali.

Itigi 02/06/2014

 

Gabriele Maneo

Tanzania maggio 2014

18 Rapporto attività 6 Maggio 2014

Meteo

La stagione delle piogge è conclusa. L’ultima precipitazione risale al 12 Aprile: 9 mm di pioggia.

Salvo eventi straordinari non avremo più precipitazioni fino al prossimo Novembre.

Tanz-maggio2014-1

 

Questa stagione le piogge sono iniziate il 25 Novembre e concluse il 12 Aprile. In un totale di 138 giorni sono precipitati 690 mm di pioggia, una media di 5 mm al giorno.

La distribuzione delle piogge è stata molto regolare e non abbiamo avuto particolari eventi di interruzione delle piogge, solo a fine Febbraio vi è stata un interruzione di 10 giorni, ma non ha creato problemi alle colture data la riserva idrica che si era accumulata con le abbondati precipitazioni dei mese precedenti.

Tanz-maggio20144

Le precipitazioni durante la stagione in corso, aggiornate con gli ultimi dati di Aprile, risultano perfettamente in media rispetto alle altre stagioni.

 Tanz-maggio20143

La distribuzione mensile risulta simile a quella della stagione 2011-2012, con il picco di precipitazioni più spostato verso Gennaio, anziché Dicembre:

 Tanz-maggio20142

Nelle stagioni 2010-2011 e 2012-2013 invece possiamo vedere come le piogge sono state più scarse all’inizio della stagione, con una più marcata interruzione nel mese di Febbraio (entrambi i fattori concorrono quindi al verificarsi di stress idrici nelle piante durante il ciclo colturale) ed un picco nel mese di Marzo.

Frutteti

Proseguono le raccolte degli agrumi: nel mese di Aprile 378 Kg tra limoni e mandarini e 917 frutti di arancia. Sono andate bene anche le raccolte di Annona (282 frutti), Guava (279 frutti), Passion fruit (46 Kg), in diminuzione invece le banane (150 pezzi)

Alcuni frutti sono ancora venduti a pezzo secondo usi e consuetudini locali, ma in futuro è prevista la vendita di ogni articolo a peso.

Nessun problema di rilievo dal punto di vista fitosanitario, ne per le piante arbustive ad uso foraggero.

Orto

Terminate le raccolte di arachide, voandezia, soia e mais. Arachide e voadenzia sono già state pesate e portate al negozio, mentre mais e arachide sono stati lasciati al sole in attesa della battitura. Questi ultimi due articoli, come le rimanenze del negozio di arachide e voandezia saranno destinate ai polli.

Tanz-maggio2014-6

 

L’arachide ha fornito rese ottime: sono stati coltivati un totale di 1805 mq (poco meno di mezzo acro) e sono stati raccolti ben 797 kg di arachidi, per una resa di 44 q.li ad ettaro. Considerando un prezzo che oscilla tra i 1000 e gli 800 scellini al Kg, ed una percentuale di scarto del prodotto del 5%, la coltivazione di arachide, in condizioni particolarmente favorevoli come quelle della stagione in corso, può fornire una produzione lorda vendibile superiore ai 3,5 milioni di Scellini ad ettaro. Oltre alla pioggia, che quest’anno è stata ottimale per tale coltura, è da considerare il fatto che il terreno aveva subito abbondanti letamazioni negli anni passati.

Per la voandezia, pianta più rustica, più resistente agli stress idrici, le rese sono state comunque buone: sono stati coltivati 1150 mq (circa un quarto di acro) e raccolti 396 Kg di legumi, per una resa di 34 q.li ad ettaro. Il prezzo e la percentuale di scarto sono molto simili all’arachide per cui la produzione lorda vendibile data da tale coltura si aggira sui 2.9 milioni di scellini ad acro. Anche questo si tratta di un ottimo dato. Sicuramente utile per promuovere la diversificazione delle colture.

Le indicazioni ricevute dalla coltivazione di queste due leguminose, seppur influenzate da una stagione dove le piogge sono stati regolari e abbondanti, fanno far porre l’attenzione sulla coltivazione di tali legumi. Per la prossima stagione potrebbero essere previste prove di coltivazione presso i campi di coltivatori e test con varietà migliorate, in ogni caso, un lavoro di promozione di tali colture per il loro inserimento nelle rotazioni della zona. Questo porterebbe molteplici benefici: il reddito, la disponibilità di un alimento proteico e i benefici al suolo.

Nel negozio sono state vendute ad oggi 400 kg di arachide e solo 16 di voandezia (sono state le ultime raccolte), a 1000 Scellini al Kg, ma stiamo pensando di abbassare il prezzo per terminare più velocemente le scorte.

Anche nel mese di Aprile superiamo i due milioni di scellini di incassi totali, soprattutto trainati dalla raccolta di arachide, ma con buone produzioni di Okra (421 kg), pomodori (1142 kg), melanzane (962 pezzi) e cetriolo (1617 pezzi)

Polli

Iniziate a fine mese le prime deposizioni di uova dei nuovi capi.

Mais e soia raccolti presso l’orto saranno utilizzati per la realizzazione della miscela alimentare.

Sono stati venduti o destinati al motel i primi 33 galletti per un entrata totale di 264'000 Scellini. Si tratta delle prime entrate significative nel bilancio mensile del pollaio, ancora in perdita a causa sopratutto delle alte spese per il mangime (il prossimo anno saranno previste maggiori colture presso l’ospedale da destinare all’alimentazione del pollame). Con le produzioni a pieno ritmo delle uova e la vendita degli ulteriori galletti dovremmo comunque avere alla fine un bilancio positivo.

Api e pesci

Previste in questo mese le prime ispezioni e le raccolte del miele. Nessuna novità sull’allevamento ittico.

Coltivatori esterni

Effettuate le semine di cece con la nuova seminatrice donata da Agata Smeralda per conto dei coltivatori della zona per un totale di circa 30 acri di terreno.

 Tanz-maggio2014-5

Sono stati rimossi i serbatoi per il concime per diminuire a 50 cm la distanza tra le file e sono stati utilizzati i piatti per soia, ma essendo il cece della zona microsperma abbiamo avuto un consumo eccessivo di seme. Per il prossimo anno provvederemo alle modifiche necessarie, in ogni caso il risultato della semina sembra buono

Tanz-maggio2014-3

 

Il girasole seminato per prova all’interno dell’Ospedale, con una distanza tra file di 75 cm e i piatti per mais sembra dare ottimi risultati

 

Le semine sono concluse in tutte le zone. Il lavoro conto terzi riprenderà dopo i raccolti con le arature e da Dicembre in poi per le erpicature e le semine.

Stalla

È stato prodotto del fieno all’interno del recinto dell’Ospedale, dalle zone incolte. Il fienile è pieno, ma probabilmente avremmo problemi di disponibilità verso la fine della stagione secca e saranno necessari degli acquisti di presse da Manyoni o Morogoro.

In ogni caso la gestione separata delle vacche in lattazione (che stanno in recinto separato e ricevono extra razione e fieno) potrà permettere di mantenere discreti livelli produttivi anche nel periodo secco.

Varie

Stiamo avviando l’ufficio del nuovo dipartimento dell’Ospedale: il CFD (Children and Farm Department) ovvero il dipartimento che si occuperà delle attività agricole dell’Ospedale e presso i coltivatori esterni e del sostegno a distanza per i bimbi della zona.

Tanz-maggio2014-2 

Presso tale ufficio, oltre che l’organizzazione e la gestione dei programmi di adozioni a distanza saranno raccolti tutti i dati relativi alle produzioni agricole e zootecniche dell’Ospedale, al lavoro di contoterzismo e sarà controllata la contabilità di tali attività. Tale ufficio sarà inoltre punto di riferimento per i progetti e le attività di sviluppo rurale nella zona.

 

Itigi 06/05/2014

 

Gabriele Maneo

Progetto Tanzania aggiornamento ottobre 2013

Meteo  

Le temperature si mantengono stabili. Il mese di Ottobre di norma è l’ultimo della stagione secca, a novembre dovrebbero esserci  le prime piogge.

L’ambiente ormai è completamente secco e vi è scarsa erba per gli animali al pascolo.

Si prepara il terreno per le colture ripulendolo da erbe e arbusti.

 

Agrumeto

Le piante sono in fase di allegazione. E’ sempre presente il problema della cocciniglia cotonosa, soprattutto su limone, che richiede trattamenti per essere controllata.

 

Frutteti

 Frutto della passione: sono in fase di fioritura e regolarmente annaffiati, sono stati ripristinati i pergolati (vedi foto) e si  prospettano buone produzioni. Il frutto  ha incontrato   un buono sbocco sul mercato e quindi sono state acquistate altre trenta  piantine.

Tanz-ottobre-2013-1

 

Acquistate a Dodoma circa quaranta  barbatelle di varietà locale provenienti dalla zona di Maktupora di vite a bacca rossa che sono state posizionate all’ombra di un albero e sono irrigate e trattate. Si sta effettuando lo scasso a cui seguirà la letamazione e, all’arrivo delle piogge l’impianto e il posizionamento di pali e fili. Il programma  è di vendere  il frutto come uva da tavola.

 

I frangivento di Cajano hanno ormai più di 4 anni, le piante sono poco produttive e diverse sono disseccate: stiamo ipotizzando di piantare nuovamente del Cajano per ringiovanire tali siepi.

Nessuna novità di rilievo per banani e papaie che sono in produzione e i cui frutti sono stati raccolti regolarmente  e per gli altri alberi impiantati : manghi, guava, annona, moringa, gelsi, opuntia e leucaena

 

Orto

Ad Ottobre sono state raccolti  in quantità consistenti pomodori ( circa 4 quintali  a  settimana), okra (vedi foto) , peperoni.

Sono in preparazione  per le nuove colture ( in particolare intervenendo  con abbondanti letamazioni) i terreni nell’area dell’ospedale predisposti con l’irrigazione a goccia.

Da questo mese gli ortaggi sono venduti a peso e non più a misura. A titolo informativo il prezzo al Kg. dei pomodori è di 500 TSH ( scellini Tz), circa 25  centesimi di euro.

 Tanz-ottobre-2013-2

Piccoli allevamenti

 

Polli: E’ stata corretta la dieta dei polli , che durante l’assenza di Gabriele  era stata erroneamente modificata. La dieta  con il  corretto rapporto carboidrati /proteine, ha portato ad una ripresa nella deposizione delle uova.

 

Padre Serafino ( direttore dell’ospedale) ha deciso di sviluppare l’allevamento, acquistando a Dar  500 pulcini, alcuni sono morti nei primi giorni. Sono stati tutti vaccinati e sistemati in ambienti idonei. Il progetto di padre Serafino è di fare  dell’allevamento dei polli, con almeno 200 galline ovaiole in produzione, e galli da vendere sul mercato, un’attività che fornisca un reddito per coprire una parte di spese dell’ospedale.

 

Conigli , Api e Pesci  : nessuna novità

 

Stalla

Il nuovo toro di razza  Arshyre acquistato ad Iringa, ha fatto la prima monta con esito positivo, la vacca infatti  non è rientrata in calore. Si aspetta a Novembre il parto della nuova vacca di razza  Arshyre

La produzione di latte si mantiene nella norma per fare fronte alle esigenze dell’ospedale.

 Tanz-ottobre-2013-3

Coltivatori esterni

Durante il mese sono stati arati , per i coltivatori della zona,   70 acri (circa 65 ettari) , grazie al nuovo trattore acquistato con il contributo di Agata Smeralda. Le lavorazioni hanno subito un rallentamento per una rottura dell’aratro. Sono state raccolte finora  richieste di lavorazioni per 200 acri.

L’auto di Gabriele  è stata riparata ed ha potuto iniziare a riprendere i contatti con i vari gruppi di agricoltori. Ci sono già molte richieste per il mais da seme, la previsione attuale è di  10 quintali.

 

Varie

 

L’auto , grazie al contributo dei soci della cooperativa e di Agata Smeralda , è stata riparata ed è nuovamente funzionante. E’ possibile sia necessario un intervento anche alle sospensioni.

 

 Il Mji Mpia Footbal Club si è iscritta ad un torneo con alcune squadre della zona.

 

Miyuji

Gabriele ha insegnato agli operai la potatura  a cordone speronato delle nuove viti impiantate con il contributo ottenuto tramite il  Preside della facoltà di Agraria. . La prossima estate dovrebbero entrare in produzione : l’obiettivo è quello di farne un modello per gli agricoltori della zona.

Il vino prodotto a primavera da Padre Henry  ( circa 3 Ql.), è stato gradito ed è stato quasi del tutto venduto. Adesso padre Henry sta vinificando circa 40 ql. di uva.

 Tanz-ottobre-2013-4

 Ospedale

Tra Giugno e Settembre sono stati ricoverati presso l’Ospedale un totale di 2041 Pazienti, 684 uomini e 1357 donne. I reparti più operativi sono la pediatria, dove abbiamo avuto ricoveri di 407 bambini e 345 bambine e la maternità, dove sono entrate 741 donne.

Presso il servizio di Day Hospital dell’Ospedale sono stati visitati un totale di 14069 persone, 6108 Uomini e 7961 Donne. Di questi la maggior parte riguarda la parte pediatrica con un totale di 7845visite a bambini.

 

Progetto Tanzania aggiornamento giugno 2013

PROGETTO  TANZANIA  AGGIORNAMENTO  GIUGNO 2013
 
Gabriele il 3 luglio è rientrato in Tanzania. La situazione che ha trovato è positiva, l’orto durante la sua assenza è stato ben gestito  per quanto riguarda la  difesa sanitaria, le irrigazioni, le semine, i trapianti e tutte le varie pratiche  colturali.Ora sono destinati ad orto circa 10’000 mq.4.500 dei quali con irrigazione a goccia. Anche le altre attività sono state gestite correttamente. Dai primi contatti con gli agricoltori  pare che  la varietà di mais consigliata e fornita  agli agricoltori della zona si è confermata anche quest’ anno  la più produttiva.
Nell’ area hanno già raccolto il mais ed il girasole, sta per iniziare quella del cece. Tutti i raccolti sono inferiori alla media per l’andamento anomalo delle piogge, prima troppo scarse e poi eccessive.
Dopo alcuni mesi , la macchina che Gabriele  ha in uso  per gli spostamenti  è stata riparata, con la sostituzione della testata del motore.
 
Meteo: siamo al terzo mese di stagione secca.
 
Frutteti
Al termine la raccolta di Moringa, le piante non irrigate stanno per entrare in riposo vegetativo. L’olio estratto a maggio è stato analizzato a Firenze con risultati positivi.
Banani e frutto della passione  hanno abbondanti produzioni.
 
Si susseguiranno sfalci di gelso e leucaena per fornire nella stagione secca  l’integrazione di un alimento fresco agli animali, mentre l’opuntia (fico d’india) sarà lasciata a vegetare per avere una discreta quantità di calatidi per il futuro reimpianto laddove era stata pascolata “abusivamente” dalle vacche.
 Tanz-giu-2013-1
Orto
Dei 4500 mq. di terreno con impianto a goccia per il momento  viene irrigato solo il primo settore di 2000 metri quadri, coltivato a pomodori, okra, cetrioli e peperoni. Il secondo settore sarà avviato tra un mese circa per garantire la scalarità delle produzioni.
Vi sono adesso quasi 200 prode (mq 5000) irrigate per scorrimento e una superficie di 4500 mq con impianto a goccia.
 Tanz-giu-2013-2
Piccoli allevamenti
 
Polli:
E’ proseguita  la vendita dei galli e le galline sono ora circa una cinquantina. Per un guasto ad una incubatrice (che sembra riparabile con materiale reperibile in Tanzania) non vi sono state nascite di pulcini, ma tra poco si schiuderanno le uova della seconda incubatrice.
Conigli

La prima nidiata è pronta per la macellazione, sarà cercato un maschio per portare “sangue nuovo” .
Api
Ottima la qualità del miele, che al negozio dell’ospedale è andato a ruba, scarse le quantità probabilmente perché la raccolta è iniziata troppo presto, l’anno prossimo si agirà in maniera diversa.
 
Stalla
Sono stati acquistati 3 nuove mucche, che dovrebbero avere una buona attitudine alla produzione di latte, da un allevamento di Inglesi a Iringa, a Sud del Paese, a circa 500 Km da Itigi, Gabriele andrà a prenderle prossimamente con il camion dell’ospedale. Le quantità di fieno in stock sono  ottime, le più alte di sempre, grazie alla fienagione a Manyoni.
 Varie             
Tanz-giu-2013-3
A Manyoni la resa del girasole è stata bassa (circa ql 35 in totale) a causa dell’andamento irregolare delle piogge, ma con la sua vendita si copriranno comunque tutte le spese di produzione e di raccolta  sia  del girasole che del cece, di conseguenza il ricavato del raccolto del cece, sarà  tutto a beneficio dell’ospedale.
  
Richiesti dal direttore dell’ospedale i preventivi:
- per l’acquisto del nuovo trattore finanziato dall’Associazione Agata Smeralda,  che vi ha destinato 20.000 euro, consegnati  a Gabriele il 15 giugno nel corso di una celebrazione ufficiale nella Chiesa di S. Felicita al Ponte Vecchio.
-  di un erpice, un aratro a dischi e una seminatrice che acquisterà l’Ospedale, in modo da poter fornire un servizio completo agli agricoltori della zona.
 
Con le offerte del concerto di beneficenza organizzato dall’ Ambasciata italiana di Dar sarà ’acquisto  un nuovo letto da sala operatoria per l’Ospedale.
 

 

Il primo vino prodotto da Padre Henry  è stato analizzato a giugno nel laboratorio dell’Università a Firenze: è un vino  rosso secco gradevole, senza difetti, di 10,5 gradi alcolici.

Un trattore in Tanzania con Agata Smeralda

 

Sabato 15 giugno consegnati a Gabriele Maneo agronomo della Cooperativa Agricola di Legnaia 20 mila euro necessari per acquistare un trattore per la missione in Tanzania... leggi tutto l'articolo apparso sul giornale "La Nazione"...

Tanz-giugno-2013-2Tanz-giugno-2013-3Tanz-giugno2013-1