Progetto Tanzania

Progetto Tanzania aggiornamento gennaio2012

Il nostro agronomo Gabriele Maneo è rientrato in Tanzania e ritornerà in Italia a fine giugno. Ha fatto il viaggio insieme a padre Henry che rientra in Tanzania e all’enotecnico Marco Puleo che si è fermato a Miyuji  ed è rientrato in Italia il 21.

METEO
Nelle prime due decadi di Gennaio si sono verificate piogge intense alle quali è seguito un periodo di interruzione delle piogge; le piante non sono ancora in stress idrico grazie alle abbondanti piogge verificatesi e la fioritura, verificatasi per il mais fra  il 19 e il 28 Febbraio, sembra essere avvenuta in un buon periodo specialmente per le varietà più precoci. Sulla base dei dati raccolti nel 2011 e 2010 l’andamento delle piogge in febbraio, specialmente nella prima metà, sarà decisivo per le rese  finali.
 
AGRUMETO
Agrumeto vecchio
Le produzioni continuano regolari e la situazione fitosanitaria è buona. Nell’agrumeto si procede con le raccolte e le sarchiature.
Nuovi impianti. L’ospedale ho chiesto di incrementare il vecchio agrumeto con  una decina di avocado, circa 15 aranci e circa 20 mango che saranno affidati alle cure dell’operaio dell’agrumeto vecchio. Gabriele seguirà  anche questi nuovi impianti.

AGRUMETO NUOVO
Nessun problema fitosanitario rilevato, le piante sono in piena fase di sviluppo vegetativo.

Jatropha
Nei campi sperimentali le piante sono in fase di maturazione dei frutti
In pieno campo le piante trapiantate di recente sono state sarchiate a mano, per le altre stanno aspettando  l’arrivo dei pezzi di ricambio per avere la falciatrice in funzione. Si sono verificati degli attacchi da parte di fillominatori, ma la situazione è comunque buona e i frutti delle piante trapiantate gli anni scorsi sono in maturazione.
Il semenzaio  è in sarchiatura in questi giorni.

ORTOe CAMPI
Sono state effettuate sarchiature con operai aggiuntivi. La condizione dell’orto è buona ed, ultimati gli impianti dei fruttiferi e lo sfalcio dell’erba nelle zone incolte, si darà inizio ai lavori di installazione dell’impianto di irrigazione e all’ampliamento dell’orto. Prosegue la vendita di ortaggi in eccesso ai dipendenti dell’ospedale ed ad acquirenti esterni.

CAMPI SPERIMENTALI
Mais
Durante l’assenza di Gabriele Vitus ha registrato il periodo di fioritura delle 7 varietà in prova, osservando uno scarto di quasi 10 giorni tra la più precoce e la più tardiva. Quella fornita agli agricoltori della zona questa stagione è risultata la più precoce. In base alle rese che verranno rilevate  sarà stabilita una varietà tardiva di punta da proporre il prossimo anno agli agricoltori che andrà ad affiancare la varietà precoce che è stata fornita quest’anno. Le parcelle sono state diradate e sarchiate regolarmente e non vi sono stati ulteriori problemi fitosanitari.
 
Miglio e Sorgo
Le semine di  sorgo alto e di  miglio alto mostrano adesso piante in fase di levata e sono state diradate e sarchiate. Le parcelle di sorgo basso e miglio basso che erano state riseminate hanno risentito molto di dell’interruzione delle piogge e  sono molto indietro nello sviluppo. Delle  indicazione valide saranno ricavate solo dalle varietà alte dato che per le basse  i risultati sono sicuramente falsati dall’inconveniente dovuto alla risemina. Le varietà alte, se abbastanza  produttive, potrebbero essere proposte sia come granella per alimentazione umana  che  per la  produzione di stocchi che potranno essere dati al bestiame.

PARCELLA PER ANNATE SICCITOSE
Le talee di Manioca mostrano un rigoglioso sviluppo vegetativo. Anche le piante di Papaia e di Moringa hanno ben attecchito ed iniziato lo sviluppo vegetativo.
Il mais rispecchia le indicazioni di precocità delle prove varietali e non mostra problemi. Le leguminose seminate in consociazione sono alle fasi di prime foglie vere ma stanno risentendo dell’interruzione delle piogge,  dovrebbero riprendere se piove a breve.
Il Cajano è in fase di levata e non mostra problemi.

FRUTTETO
Nuovi frutteti
Impiantati al ritorno di Gabriele 30 Mango e 10 avocado, mentre Banane, Vite e Frutto della Passione lo saranno prossimamente. Lo scasso e le letamazioni sono già state effettuate per tutte le piante.
Fruttiferi Italiani Nessuna novità di rilievo, tutte le piante sono in fase di sviluppo vegetativo.

LAGHETTO
E’  stata effettuata la prima pesca. Guardate la foto!!

maneo

COLTIVATORI ESTERNI
Gruppi e consulenze
Iniziata l’attività di contoterzismo della pompa per i trattamenti e di distribuzione di agrofarmaci al gruppo Bangayega con relativa consulenza. La pompa è stata data in uso gratuito. Gli agricoltori hanno già trattato, ci saranno poi continui controlli sulla situazione fitosanitaria e generale dei campi. Nelle prossime settimane si dovrebbero formare nuovi gruppi per ampliare e migliorare l’attività di consulenze e la collaborazione con i coltivatori della zona

COMMERCIO SEMI

Al momento gli agricoltori e i gruppi a cui sono state forniti i 600 Kg di seme della varietà di mais testata presso l’ospedale gli scorsi anni (TAN 250) sembrano soddisfatti della germinazione e della precocità, ma si attendono le raccolte per avere i giudizi definitivi.

STALLA
Al rientro di padre Serafino dall’Italia sarà fatto il punto della situazione e affrontato il problema delle macchine per la fienagione. È stato rilevato che il motocoltivatore è adatto per la zona dei campi, ma per aree molto ampie è necessario trovare un’altra soluzione.
Alimenti alternativi
IL fico d’India (opuntia) è in sviluppo vegetativo. Gelso e Leucaena sono stati sfalciati per evitare che si sviluppino troppo in altezza e gli sfalci sono andati alle vacche.
La leucaena seminata lungo il perimetro dei campi è emersa regolare, se le piogge non tarderanno non dovrebbe avere problemi.
In questi giorni sarà seminata una varietà migliorata di Moringa oleifera.

MYUjJiI
I lavori alla cantina procedono con l’impianto elettrico e idraulico. Si sono notati miglioramenti nella gestione dei processi enologici ed è stato fatto l’inventario dei vini presenti in cantina e dei materiali.
Gabriele,  padre Henry e Marco Puleo si sono recati  a visitare una vigna di un “conferitore” della cantina che aveva richiesto il loro intervento per problemi fitosanitari.
Padre Henry  Matandula seguirà tutto ciò che riguarda il vigneto e la gestione della cantina e dalla prossima vendemmia che sarà effettuata ad Agosto le competenze acquisite da Padre Henry durante la sua permanenza in Italia saranno fondamentali per avere una svolta qualitativa nelle produzioni.

Facoltà di AGRARIA
Francesco, il tesista, terminate le sperimentazioni sul controllo biologico di un patogeno molto diffuso in loco, è rientrato in Italia il 25 gennaio.
Per quanto riguarda il contributo che il Preside della Facoltà di Agraria ha ricevuto  dalla  Fondazione Marchi
Gabriele e padre Henry  stanno lavorando alla stesura di un progetto che prevede tutte le fasi di realizzazione del reimpianto del vigneto di Miyuji e i costi di ogni operazione e del materiale.

 

Progetto Tanzania aggiornamento dicembre 2011

Meteo

Il mese di dicembre è stato molto piovoso, nella zona di Dar Es Saalam c’ è stata anche una alluvione con morti e ponti crollati. Nelle zone interne con terreno a fondo sabbioso come Itigi questo non ha creato problemi mentre nelle zone argillose ristagni di acqua hanno creato difficoltà nei campi dove era già stato seminato il mais.

 

Agrumeto

Agrumeto vecchio

Le produzioni continuano regolari e davvero abbondanti (sono stati fatti numerosi complimenti da parte di personale vario dell’Ospedale per le produzioni che sembra non fossero state mai così abbondanti), la situazione fitosanitaria a seguito delle piogge è ottima e l’operaio dell’agrumeto sta iniziano con le sarchiature per contenere le infestanti che a seguito delle ultime piogge si sono notevolmente sviluppate.
Agrumeto nuovo. Nessun problema fitosanitario rilevato, le piante sono in piena fase di sviluppo vegetativo.

 

Jatropha

Nei campi sperimentali le piante sono in piena fioritura, sono iniziate le prime allegazioni. Nei campi le piante trapiantate sembrano attecchite senza problemi. Le altre piante mostrano un rigoglioso sviluppo vegetativo e sono nelle prime fasi di fioritura. In semenzaio nuovi semi hanno germinato e saranno trapiantati a fine Gennaio.

 

Orto e campi

La situazione generale è buona, le piogge hanno migliorato le percentuali di attecchimento dei trapianti, le germinazioni e lo sviluppo stesso delle piante; i trattamenti sono stati tempestivi e hanno impedito al momento la diffusione di patologie fungine. È necessario molto lavoro per le sarchiature e la rimozione delle infestanti in generale che gestirà Vitus in quanto Gabriele il 21 dicembre è rientrato in Italia, al ritorno di Gabriele verrà realizzato l’impianto di irrigazione a goccia che permetterà una ulteriore espansione dell’orto.
Prosegue la vendita di ortaggi in eccesso ai dipendenti dell’ospedale ed ad acquirenti esterni.

 

Campi sperimentali

Mais

Le diverse prove al momento non mostrano differenze, tutte le piante sono alla fase di 4°-5° foglia e non vi sono fallanze, Vitus è stato davvero tempestivo nell’effettuare un trattamento contro delle larve defogliatrici che avevano attaccato la coltura e adesso non vi sono problemi di sorta. Ho lasciato indicazione di effettuare il diradamento e la prima sarchiatura appena le piogge si fermano per un po’.
 

Miglio e Sorgo

Le semine delle 2 varietà di sorgo e di quella di miglio alto sono andate a buon fine, l’emergenza è stata regolare e le piante sono in piena fase di crescita.
La semina del miglio basso invece appare molto irregolare, essendo seme locale, comperato al mercato, è possibile che la germinazione non sia stata buona. Nella seconda parte del mese è stata effettuata una nuova semina.

 

Parcella per annate siccitose
Le talee di Manioca sono tutte attecchite tranne 2 che saranno sostituite a breve. E’ stato effettuato l’impianto di Moringa oleifera e di Papaia. Le diverse varietà di mais, il sorgo, il miglio alto e il Cajano sono germinate regolarmente e stanno crescendo. Il miglio basso andrà riseminato anche qui. Sono stati effettuati diradamenti e le sarchiature e saranno seminate le consociazione con le leguminose tra i filari di mais.

 

Frutteto

Nuovi frutteti
Ultimato lo scasso e le letamazioni per tutti i nuovi fruttiferi da impiantare e per la vite.
L’impianto avverrà a gennaio.
Quantità e le tipologie di piante: Mango 30, Banani 83, Vite 120, Frutto della passione 40, Moringa 22 (oltre alle 12 nella zona della parcella per anni siccitosi). Avocado 10. Le papaie sono state impiantate nella parcella per anni siccitosi e altre saranno impiantate nella zona dell’orto tra le varie prode.
Fruttiferi Italiani : nessuna novità di rilievo, tutte le piante sono in fase di sviluppo vegetativo.

 

Laghetto

Nel laghetto prosegue la crescita dei pesci immessi. Dovranno essere ridotte le piante acquatiche per poter effettuare la prima pesca.

 

Coltivatori esterni

Sono stati instaurati rapporti con circa 100 agricoltori ai quali Gabriele ha acquistato i semi delle varietà di mais (Kg. 600 circa) ritenute le più idonee per quell’ambiente. Il programma prevede di individuare per ogni gruppo un capogruppo che tenga i contatti con Gabriele per qualunque esigenza.

Stalla

E’ stato rimesso con le vacche il vecchio toro. Il toro giovane sarà riprovato fra qualche mese.
A seguito delle piogge i pascoli sono tornati produttivi e le produzioni stanno risalendo
Fico d’india (opuntia), gelso e laucenia sono in pieno sviluppo vegetativo.

 

Miyuji

Padre Hery Matandula ha completato a dicembre la formazione presso la Facoltà di agraria di Firenze e l’azienda dell’Università a Montepaldi ricevendo gli attestati di frequenza; rientrerà a Miyuji ai primi di gennaio insieme a Gabriele e a Marco Puleo, l’enotecnico della cantina sociale dei Colli fiorentini che affiancherà padre Henry nei primi giorni di attività.

 

Facoltà di Agraria

Il tesista sta proseguendo gli esperimenti richiesti dalla tesi.
Il Preside della facoltà di agraria ha ricevuto dalla Fondazione Marchi un contributo destinato al vigneto e alla cantina di Miyuji.

 

Auto

Il fuoristrada usato acquistato dai Missionari per facilitare gli spostamenti di Gabriele è stato completamente revisionato.

 

Varie

Gabriele, rientrato in Italia per le festività natalizie, riparte per la Tanzania il 9 gennaio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Progetto Tanzania aggiornamento novembre 2011

AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2011

Il nostro agronomo Gabriele Maneo rientrerà dalla Tanzania il 22 dicembre per poi ripartire il 9 gennaio e fermarsi in Tanzania fino a giugno.

Per quanto riguarda il lavoro agricolo.

Meteo

Le piogge sono iniziate il 5 novembre circa 34 mm. e, dopo una pausa, sono riprese il 14 novembre: questo ha permesso all’acqua di infiltrarsi nel suolo ad una profondità sufficiente per effettuare le lavorazioni. Si sono verificate altre precipitazioni tra il 23 ed il 24 novembre e tra il 26 e 27, dal 28 le piogge sono poi riprese proprio in questi giorni.

 

Agrumeto

Nell’agrumeto vecchio la situazione continua a restare buona con notevole quantità di frutti in maturazione. Gli agrumi nuovi, a seguito delle piogge, hanno intensificato l’attività vegetativa e non presentano problemi.

 

Jatropha

Ultimato il trapianto della varietà Senegal a completamento dell’area di coltivazione in pieno campo sono tutte attecchite.

Sono state potate le piante in pieno campo e quelle sperimentali: ora sono in piena fioritura e mostrano un ottimo sviluppo vegetativo.

E’ stato terminata nel vivaio la semina che dovrebbe fornire circa 2.000 piante sufficienti per la recinzione del terreno dell’ospedale all’ esterno del recinto centrale. In questi giorni sono nella fase di emergenza.

 

Orto e campi

Finita la fase di allestimento dello spaccio interno all’ospedale dove vendere le eccedenze della produzione. Sono stati effettuati lavori di modifica all’interno del sistema idraulico; e con l’installazione del sistema di irrigazione a goccia già acquistato a Dar es Salaam ogni parte dell’orto e dei futuri vigneti e frutteti potrà essere irrigata. I lavori nell’orto procedono regolari con semine, trapianti, cure colturali e mercato.

 

Campi sperimentali

E’ in fase di realizzazione la parcella sperimentale per gli anni siccitosi con caiano, sorgo, miglio, manioca, papaia, varietà di mais a maturazione scalare e con frangivento di diversi filari di varie varietà di piante, in particolare la Moringa oleifera, una piante dai numerosi utilizzi. E’ stata effettuata l’aratura, la parcellazione e le semine. Le piantine di sei varietà in prova di mais sono in emergenza e tutto sembra regolare, per il miglio ed il sorgo è stata seminata una varietà alta ed una bassa.

 

Frutteto

Sono stati tracciati i filari per l’impianto della piante da frutto fra cui mango, papaia, banano, moringa, avvocado, frutto della passione e vite

Entro metà gennaio dovrebbero essere ultimati i lavori di scasso e fatto l’impianto.

 

Laghetto

È stata acquistata una rete da pesca per la prima pesca dei pesci nel laghetto che si sono riprodotti e hanno raggiunto dimensioni considerevoli.

 

Coltivatori esterni

Gabriele ha già impostato le prove con i primi 5 agricoltori e altri 2 gruppi da 5 agricoltori ciascuno saranno selezionati prossimamente. Quasi un centinaio di agricoltori sono stati riforniti di semi di granturco selezionati nel corso delle prove degli anni precedenti e si stima una richiesta di semi crescente.

 

Stalla

Terminato tutto il fieno. Le piogge hanno permesso l’emergenza di varie essenze foraggere e le mucche iniziano ad alimentarsi con erba fresca e le produzioni di latte migliora.

Per il torello nessuna nuova, ancora non risultano vacche fecondate. Si è convenuto di attendere marzo per capire se il suo seme è idoneo.

 

Miuyji

Le piogge hanno tardato per cui non sono ancora iniziati i lavori di scasso per il nuovo vigneto.

E’ stato spostato i letame presso i campi, si attende il ritorno di padre Henry a gennaio per le altre attività.

 

Facoltà di Agraria

E’ stato organizzato il lavoro per la tesi di Francesco e le piante necessarie sono ormai pronte per le prove sperimentali.

 

Missione di verifica a febbraio 2012

Per una serie di problemi la missione è stato rinviata a nuova data.

 

Auto

Il fuoristrada usato acquistato dai Missionari per facilitare gli spostamenti di Gabriele durante il primo viaggio ha avuto gravi problemi ed è adesso nell’officina del seminario CPPS a Morogoro per una vasta riparazione che comprende, fra l’altro, la sostituzione del cilindro e pistoni, si stima un costo di circa euro 3.000,00

 

Varie

Gelsi, opuntia e leucena sono in piena attività vegetativa.

Su olivi, peschi, ciliegi ed albicocchi impiantati per verificare le loro potenzialità produtive nessuna novità di rilievo.

A Morogoro hanno già iniziato la fienagione. Gabriele ha progettato con il Rettore, padre Florence, di riattivare un orto abbandonato facendolo seguire da un responsabile, a suo tempo (se saranno trovate le risorse necessarie) saranno organizzate le semine.

A Dar es Salaam i missionari in zona Bagamoyo stanno iniziando a coltivare ananas.

 

 

 

 

 

 

Progetto Tanzania aggiornamento ottobre 2011

Il nostro tecnico Gabriele Maneo è rientrato dall'inizio di ottobre in Tanzania, ad Itigi.
Nel viaggio di andata è stato accompagnato da due dipendenti della Cooperativa che lavorano presso il bar ristorante di Sollicciano: quest’ultimi, per circa una settimana, hanno fatto scuola di cucina italiana ai cuochi di una struttura dei missionari a Dodoma (istruendoli sul come cucinare pasta fatta in casa, sughi, lasagne pizza…).
 
Per quanto riguarda il lavoro agricolo, abbiamo:

Precipitazioni
Nel mese di ottobre si è verificata una pioggia assolutamente fuori stagione e che non ha minimamente inciso sulla siccità dei campi. Le prime piogge della nuova stagione delle piogge sono attese nella prima metà di novembre.

Agrumeto
La situazione dell’agrumeto è buona, le piante sono sane e a Dar es Salaam è stato trovato un negozio dove è possibile trovare tutti i prodotti tecnici compresi quelli necessari alla difesa delle piante, perciò in caso di nuovi grossi attacchi di cocciniglia non sarà difficoltoso come le volte precedenti per provvedere a debellarla.

Jatropha
E’ stato realizza un semenzaio con la varietà Senegal (il tipo che si è mostrato più produttivo) per completare il campo all’interno dell’ospedale. E’ previsto realizzare una recinzione nel terreno dell’ospedale all’esterno del recinto dello stesso, con oltre 1.000 piante di jatropha che saranno seminate prossimamente. I semi di queste piante potranno essere utilizzati per l produzione dell’olio combustibile.

Orto
Durante l’estate, anche in assenza di Maneo, il personale locale ha continuato a gestire bene l’orto che si è infatti mantenuto in produzione. Gli abitanti di Itigi hanno dato il nome all’attività che viene svolta di SHAMBA PROJECT ("progetto Campi"). Le eccedenze di produzione, fra le quali sono molto richiesti i cavoli cappucci, vengono vendute per finanziare le nuove e presenti attività agricole. Tutti i prodotti sono molto apprezzati dagli abitanti del villaggio. Per incrementare la produzione saranno messi a coltura altri mq. 4000 di terreno ed una nuova cisterna per l’acqua da l. 1000. con l’impianto di irrigazione a goccia su mq. 500.

Frutteto
Si sta predisponendo l’impianto di:
-          Banani, vigneto di uva da tavola, frutto della passione, manghi, papaia.
-          Frangivento con avocado, annona e moringa, albero di origina asiatica resistente alla siccità e che produce semi ricchi di olio alimentare e con foglie utilizzabili per alimentazione sia umana che animale.
-          Siepi con gelso e laucena per alimentare il bestiame della stalla nei periodi di siccità.
Dovranno essere reimpiantati gran parte dei fichi d’india, mangiati dalle mucche scappate ai pastori durante l’estate.
Le piante da frutto di pesco, susino e ciliegio che erano state piantate sono vive ma ancora non è chiaro se potranno essere produttive.
 
Campi sperimentali
Saranno effettuate prove su cinque varietà di mais, due di girasole, sorgo e miglio.
Sarà realizzata una parcella specifica con manioca, cajano e piante specifiche per essere produttive anche negli anni più siccitosi. Dovrebbe essere un campo base da proporre agli agricoltori esterni che, in questo modo, dovrebbero assicurarsi una produzione di sopravvivenza anche negli ani peggiori.
 
Laghetto
I pesci tilapia, che sono stati inseriti nel laghetto formato dall’acqua in eccesso dei pozzi, stanno crescendo e riproducendo.
 
Esterno
Gabriele ha in programma di selezionare 25 agricoltori a cui consegnare il seme delle piante migliori. Questi coltivazioni saranno seguite regolarmente da Gabriele per verificare ulteriormente quali sono i tipi di piante più idonee al’ambient.

Stalla
Il fieno è quasi finito si aspetta, grazie alle prime piogge, per avere erba fresca per gli animali. Ancora non è chiaro se il nuovo torello che dovrebbe portare ad un miglioramento razziale è riuscito ad ingravidare qualche vacca.
 
Miuyji
Nella cantina sono stati ben sistemati ed iniziati ad usare i tini in acciaio inox alimentare costruito da Raffaele De Mauro la scorsa primavera. Gabriele ha consegnato sh. 200.000 (€uro 100,00) per acquistare il letame per fertilizzare il terreno dove all’inizio della stagione delle piogge, sarà fatto lo scasso per impiantare il nuovo vigneto.
Padre Henry Matandula, arrivato in Italia a fine giugno, per acquisire le necessarie competenze nella gestione del vigneto e della cantina, sta proseguendo la sua attività formativa, fra l’azienda agricola dell’università di Firenze a Motepaldi (San Casciano val di Pesa)  e le lezioni di viticoltura ed enologia alla facoltà di Firenze.
A gennaio rientrerà a Miuyji dove, con l’assistenza di Gabriele, avrà la responsabilità della cantina e dei vigneti.
 
Auto
La Cooperativa sta inviando al Vicariato CPPS della tanzania un contributo straordinario di euro 3.500,00 per l’acquisto di un fuoristrada di occasione (Nissan Patrol) che il vicariato metterà a disposizione di Gabriele, quando avrà necessità di spostarsi, per seguire meglio le varie attività e approvvigionarsi dei mezzi tecnici necessari.
 
Facoltà di Agraria
Dall’inizio di novembre arriva ad Itigi Francesco Grimaudo, studente di agraria che si tratterrò fino ad oltre metà gennaio per fare il tirocinio e fare prove sperimentali per la tesi di patologia vegetale
 
Missione di verifica a febbraio 2012
Dal 12 al 23 febbraio ci sarà una missione di verifica/conoscenza del progetto, guidata dal prof. Alessandro Ragazzi responsabile del progetto per la Facoltà di Agraria. Soci ed amici di legnaia che sono interessati a partecipare devono segnalarlo entro il 20 novembre c.a. all'Ufficio Soci della Cooperativa via mail oppure telefonare allo 0557358221

Progetto Tanzania aggiornamento maggio 2011

Precipitazioni
Nel mese di Febbraio si sono verificate piogge molto scarse che hanno influito negativamente sulle coltivazioni. Le piogge totali sono state maggiori rispetto allo scorso anno (720 mm contro 661 mm), ma confrontando i due andamenti stagionali notiamo come la scorsa stagione la distribuzione è stata di gran lunga migliore ed abbia ridotto al minimo i periodi di stress idrico.
Nei terreni argillosi, nella stagione in corso, le colture non hanno avuto problemi rilevanti a causa delle interruzioni di pioggia.
 
Agrumeto
Le piante dell’agrumeto sono in buona condizione, la presenza di cocciniglia è ai minimi, non vi sono ulteriori piante che mostrano sintomi di mal secco. Alcune piante presentano discrete produzioni, altre (le più potate lo scorso anno) mostrano ancora una scarsa produzione.
Sono state date le indicazioni per effettuare il trattamento contro la cocciniglia con olio minerale attivato. Il trattamento dovrebbe essere effettuato verso la fine di Giugno, o comunque non appena ultimate le raccolte di agrumi. All’inizio della prossima stagione delle piogge saranno sostituiti gli alberi estirpati.
 
Olivi
Nessuna novità di rilievo. Proseguiranno regolarmente le irrigazioni e le sarchiature.
 
Jatropha
Dalle piante sperimentali della Var. Senegal abbiamo già a disposizione 1.2 kg di seme per l’impianto del prossimo anno. Dalla coltivazione in pieno campo, dopo 1 anno e mezzo dall’impianto, sono stati raccolti nel corso di questa stagione 4.5 kg di seme da circa 180 piante.
 
Orto nuovo
L’orto nuovo è in piena fase di espansione. Le nuove prode realizzate sono state letamate e sono iniziate le semine dirette e in semenzaio della piante maggiormente richieste dal mercato locale. Le piante meno conosciute, destinate più all’utilizzo presso il motel, saranno coltivate su superfici ridotte. Durante le ultime 2 settimane sono stati tutti i proventi dell’orto per pagare gli operai in più e le operazioni di spremitura del girasole.
Gli alberi da frutto impiantati sono tutti attecchiti e non mostrano problemi di sorta. Nella zona dei campi sperimentali abbiamo in definitiva, oltre ai peschi, ciliegi e albicocchi impiantati lo scorso anno, 5 piante di guava, 5 di annona, 5 di mango, 5 di limoni locali, 5 di arance locali e gli agrumi portati durante l’ultimo viaggio.
 
Varie
È stato riparato il mulino a vento. Il troppopieno della cisterna va ad alimentare il laghetto. In questo modo viene garantita una buona ossigenazione per i pesci che sono stati immessi nel laghetto. La portata media del mulino è di circa 0.3 l/s con vento medio. Questo ci permette di avere a disposizione ogni giorno circa 25'000 litri di acqua ad uso irriguo. In data 22 Aprile è arrivato ad Itigi il camion con le lamiere per la realizzazione dei silos per la conservazione
delle derrate.
 
Nel 2010 i contributi raccolti sono stati oltre 55.600 che vanno a sommarsi ai 140.000 degli anni precedenti.
Sta per partire la settima missione di verifica composta da: Simone Tofani responsabile del progetto per la Cooperativa, Gabriele Maneo l'agronomo che opera in Tanzania, Emanuele Cammelli Socio e membro del consiglio di Amministrazione della Cooperativa, Annalisa Nardi Amica di Legnaia. Il rientro è previsto per il giorno 11 agosto. Sul numero di settembre di Coltivare Insieme i dettagli del viaggio.